NEWS

10 giugno: sciopero nazionale dei metalmeccanici, per sbloccare la vertenza sul contratto

Presidio a Trento dalle 9.30 alle 11 davanti ad Assindustria. Parlerà Tino Magni (Fiom Cgil Nazionale)

10 giugno: sciopero nazionale dei metalmeccanici, per sbloccare la vertenza sul contrattoSi svolgerà domani venerdì 10 giugno lo sciopero nazionale dei metalmeccanici per sbloccare la vertenza sul rinnovo del contratto. In provincia di Trento l’astensione dal lavoro sarà di 8 ore. Dalle 9.30 alle 11 si terrà un presidio di operai davanti alla sede di Assindustria (via Degasperi), dove interverrà Tino Magni (Fiom Cgil Nazionale). Alla vigilia dello sciopero le posizioni di sindacati e industriali restano ancora molto distanti: le associazioni datoriali hanno proposto un incremento retributivo di 60 euro, a fronte di una piattaforma sindacale che richiede invece 105 euro lordi mensili d’aumento sommati ad ulteriori 25 euro da corrispondere quale elemento distinto della retribuzione per la mancata contrattazione aziendale. «L’offerta avanzata da Federmeccanica – commenta la segretaria generale Fiom Cgil del Trentino Milena Demozzi – è del tutto inconsistente e palesa la volontà di non voler nemmeno iniziare la trattativa. Bisogna sbloccare la vertenza. La giornata di lotta di domani può rappresentare un passaggio fondamentale in questa direzione». In aggiunta alle 8 ore di sciopero di domani, nelle fabbriche trentine verranno effettuate altre 2 ore di astensione dal lavoro entro il 17 giugno, per completare il pacchetto di 10 ore stabilito a livello nazionale. 9 giugno ’05

 

 

TORNA SU