NEWS

Ronde leghiste. Ianeselli (Cgil): “Sicurezza è compito delle istituzioni”

L'iniziativa del Carroccio fomenta le paure più che garantire sicurezza e convivenza. Ianeselli alla Lega: “Perché non si impegnano per l'integrazione?”. Intanto però l'opposizione alla giunta Pacher blocca la

Ronde leghiste. Ianeselli (Cgil): “Sicurezza è compito delle istituzioni”

«I problemi legati alla percezione di insicurezza non si risolvono facendo assumere a semplici cittadini compiti di polizia. Le ronde di partito rischiano di infondere solo maggiori paure invece che aumentare il senso di sicurezza. Semmai sarebbe utile che dentro i quartieri, dove la diffidenza verso gli extracomunitari è in aumento, si lavorasse per il confronto e il dialogo tra tutti gli abitanti – italiani e stranieri – in modo da aumentare il grado di conoscenza reciproca, di rispetto delle regole e quindi di controllo sociale. Purtroppo dalla Lega non viene mai una sola proposta in questa direzione».

E' l'opinione di Franco Ianeselli che per la segreteria Cgil del Trentino interviene a proposito dell'iniziativa lanciata a Trento dal Carroccio che vorrebbe dar vita a ronde notturne per il presidio del territorio cittadino.

«Il volontariato – spiega Ianeselli – è prezioso, ma in questo caso se ne farebbe un uso del tutto improprio perché agirebbe senza nessuna tutela e al di fuori di ogni accordo con la pubblica amministrazione. Meglio farebbero le forze politiche a chiedere al Sindaco di attivare forme di partecipazione e di coinvolgimento coordinate dall'amministrazione, invece che usare metodi da far west».

Per il sindacalista, la sicurezza si garantisce attraverso un presidio costante delle forze dell'ordine e dei vigili urbani. «Questi ultimi – aggiunge Ianeselli – hanno un ruolo decisivo in città. Per questo la Lega farebbe meglio a convincere i colleghi di Forza Italia che, bloccando il passaggio della gestione delle multe a Trentino Riscossioni, impedisce al comando dei vigili di poter utilizzare più uomini sul territorio».

15 maggio 2008

 

 

TORNA SU