NEWS

Itea. Ianeselli (Cgil): “Tutelare i ceti meno abbienti”

Polemiche a Rovereto sulla riforma Itea in Consiglio comunale. Ianeselli: "Porteremo le preoccupazioni di inquilini in Provincia"

Itea. Ianeselli (Cgil): “Tutelare i ceti meno abbienti”Dichiarazioni di Franco Ianeselli, responsabile welfare della Cgil del Trentino «Le preoccupazioni degli inquilini Itea sono comprensibili. Esiste una grande incertezza sulle modalità di applicazione dell'Icef, il sistema equitativo della Provincia di Trento. Anche per evitare il rischio di strumentalizzazioni politiche, la Cgil, insieme a Cisl e Uil, si è attivata fin dall'estate scorsa per chiedere un tavolo di discussione che ridefinisca le modalità di calcolo dell'indicatore della condizione economica delle famiglie, in modo che i ceti più deboli siano tutelati ed agevolati nell'accesso alle case pubbliche. A dicembre, grazie alle pressioni dei sindacati, la Giunta provinciale ha quindi spostato di un anno l'applicazione dell'Icef. Inoltre è stato deciso che a breve verrà istituito un tavolo di confronto con le parti sociali per migliorare il sistema Icef e quindi permettere davvero che le famiglie più deboli possano vedersi garantito il diritto ad un alloggio. In quell'occasione raccoglieremo le preoccupazioni degli inquilini, che sono anche le nostre, e le sottoporremo alla giunta provinciale». 20 febbraio 2008

 

 

TORNA SU