NEWS

Manica. Cerutti (Filcem Cgil): “Licenziamento per sei operai”

Mercoledì 20 primo incontro con l'azienda roveretana. Cerutti: “Serve un confronto sul piano industriale”

Manica. Cerutti (Filcem Cgil): “Licenziamento per sei operai”Sono sei i lavoratori della Manica, azienda roveretana produttrice di agrofarmaci, che rischiano il posto di lavoro. Lo ha annunciato l'impresa ai sindacati che si sono subito attivati per tutelare i lavoratori. «Manica – dichiara Mario Cerutti, segretario generale della Filcem Cgil del Trentino – ci ha comunicato la consistenza degli esuberi giustificandoli con la crisi di un prodotto storico dell'azienda, il solfato di rame, e con lo stentato avvio della produzione di un innovativo gel di sintesi per l'agricoltura». Su queste due linee di produzione sono impegnati attualmente 17 operai sui 65 dipendenti complessivi dell'azienda. «Per undici lavoratori delle due produzioni da ridimensionare – spiega Cerutti – l'azienda ha trovato una ricollocazione interna. Ma per i restanti sei l'azienda prospetta l'avvio delle procedure di mobilità. In pratica il licenziamento». Grazie all'immediato intervento del sindacato, già la prossima settimana si terrà un primo vertice con l'azienda. L'incontro è in programma mercoledì 20 febbraio presso la sede di Confindustria a Trento alle ore 16. «Alla Manica – continua Cerutti – chiederemo conto dello sviluppo del piano industriale. Vogliamo avere idee più chiare sulla reale fondatezza delle ragioni che hanno portato a questi esuberi. Siamo preoccupati e per questo vogliamo la certezza che questa crisi non abbia una portata più ampia, coinvolgendo in futuro nuovi addetti. Quest'ipotesi va scongiurata in ogni modo». La Filcem ha poi fissato un'assemblea informativa con i lavoratori. Si terrà venerdì 22 febbraio alle 14 presso lo stabilimento della Manica a Rovereto. 15 febbraio 2008

 

 

TORNA SU