NEWS

Borgo 21. Disponibilità della Provincia ad individuare un nuovo sito produttivo

Nell'incontro con l'assessore Benedetti, la Provincia conferma l'ipotesi del trasloco alla scadenza del contratto d'affitto. Demozzi (Filtea Cgil): “Ora il Comune vincoli la destinazione d'uso dell'immobile”

Borgo 21. Disponibilità della Provincia ad individuare un nuovo sito produttivo«La Provincia di Trento ci ha confermato la piena disponibilità a trovare un immobile dove trasferire le linee di produzione di Borgo 21, qualora tra tre anni, alla scadenza del contratto d'affitto, lo stesso non fosse più rinnovato. Quest'impegno verrà messo nero su bianco nei prossimi giorni dall'assessore provinciale all'industria Marco Benedetti». La segretaria della Filtea Cgil del Trentino, Milena Demozzi, annuncia l'esito positivo del confronto tra sindacati dei tessili e l'assessore Benedetti, richiesto urgentemente dalle organizzazioni sindacali dopo la notizia del passaggio dell'immobile dalla Vestimenta partecipazioni all'immobiliarista locale Silvio Pisetta. La cessione del contratto di leasing era stata vissuta dai dipendenti della Borgo 21 come un passo verso la dismissione dell'azienda di Mattarello (TN). «Ora però – continua Demozzi - la battaglia per la permanenza della Borgo 21 a Trento non è finita. Oggi la rsu ha ribadito all'assessore Benedetti l'importanza rivestita dall'azienda soprattutto per l'occupazione femminile. Per questo ora ci rivolgeremo al Comune di Trento per capire come si possa intervenire sul piano regolatore della città per impedire un cambio di destinazione d'uso dell'immobile in modo da vincolare l'area a funzioni produttive». Demozzi conclude il suo ragionamento con una stoccata al primo cittadino di Trento. «Di fronte alla crisi che sta coinvolgendo decine di impiegati ed operai della Borgo 21, dal sindaco Alberto Pacher ci saremmo aspettati un po' di solidarietà e di attenzione. Invece il suo silenzio è davvero allarmante perché testimonia la lontananza della politica dai veri problemi delle famiglie trentine e del mondo del lavoro». 6 febbraio 2008

 

 

TORNA SU