NEWS

Graduatorie bidelli. Bertoldi (Flc Cgil): “Pronti a tutelare i supplenti senza contratto”

Con le nuove graduatorie, a rischio la conferma di alcuni contratti. I sindacati sono a disposizione dei lavoratori che avessero subito un danno.

Graduatorie bidelli. Bertoldi (Flc Cgil): “Pronti a tutelare i supplenti senza contratto”Venerdì 25 gennaio la Giunta ha finalmente approvato la graduatoria di seconda fascia relativa al concorso per titoli utile per le supplenze del personale ausiliario nelle scuole. I tempi del provvedimento sono stati però lunghissimi e nel frattempo gli istituti hanno dovuto provvedere alla copertura dei posti con personale inserito in vecchie graduatorie del 1997. Nel procedere alle nomine, a settembre la Provincia aveva diramato istruzioni sbagliate e così, in un primo momento, questi supplenti hanno firmato contratti che riportavano un certo termine al periodo di lavoro che successivamente è stato sostituito con la formula “fino all’avente diritto”. Infatti la nuova graduatoria potrebbe dare diritto all'impiego di supplente ad altri rispetto a chi attualmente è in servizio. «Per ovviare a questo errore della Provincia – commenta Gloria Bertoldi della Flc Cgil – e garantire a tutti un equo trattamento, come organizzazioni sindacali abbiamo aperto una trattativa con l’amministrazione. In quella sede, dopo un confronto pacato tra le parti, è stato raggiunto un accordo per ridurre i danni di chi, dopo l’approvazione della graduatoria di seconda fascia, non ottenesse una nuova supplenza». In pratica, la Provincia garantirà a coloro che rimarranno senza contratto, il riconoscimento del punteggio giuridico per la graduatoria, come se avesse effettivamente lavorato. Inoltre l'amministrazione si è riservata di affrontare la definizione delle singole situazioni personali di fronte ad un eventuale richiesta di indennizzo per il mancato guadagno del lavoratore. «Di questa situazione – spiega Bertoldi – abbiamo informato tutto il personale interessato. Torniamo però ad invitare tutti i collaboratori scolastici, esclusi dalla stipula di un nuovo contratto o costretti a lasciare il posto ad altri in base alle nuove graduatorie, di rivolgersi al sindacato se intendessero richiedere un risarcimento alla Provincia. Di fronte ad una situazione delicata e spiacevole, il sindacato Cgil della scuola e le altre organizzazioni sindacali saranno disponibili a tutelare quelle lavoratrici e quei lavoratori che ne avranno bisogno». 4 febbraio 2008

 

 

TORNA SU