NEWS

Metalmeccanici. Grasselli (Fiom Cgil): “Alta l'adesione allo sciopero”

In piazza per il rinnovo del contratto di lavoro che in provincia riguarda 10mila addetti. Il filmato del presidio a Trento.

Metalmeccanici. Grasselli (Fiom Cgil): “Alta l'adesione allo sciopero”È stata altissima l'adesione delle lavoratrici e dei lavoratori del settore metalmeccanico allo sciopero indetto da Fim Fiom e Uilm per chiedere il rinnovo del contratto nazionale di lavoro. «Siamo pienamente soddisfatti – commenta il segretario della Fiom del Trentino, Roberto Grasselli – dell'esito di questa giornata di sciopero in Trentino. I lavoratori hanno partecipato in massa e nonostante le avverse condizioni meteorologiche anche il presidio davanti a Confindustria ha visto un nutrito numero di partecipanti. Ora siamo più forti nella trattativa, anche se superare le resistenze degli industriali non sarà facile». Il confronto tra Federmeccanici e Fim Fiom e Uil intanto prosegue. Lo scoglio più difficile riguarda l'articolazione dell'orario di lavoro. «Quel che è certo – sostiene Grasselli – è che non cederemo ad alcun ricatto. I turni massacranti o straordinari senza limite sono una delle cause degli incidenti sul lavoro. E quello della sicurezza è la vera emergenza nel mondo del lavoro, insieme a quella salariale». I sindacati dei metalmeccanici chiedono 117 euro di aumenti mensili al quinto livello, nuove norme sull'inquadramento professionale e la riduzione dei tassi di precarietà. «La nostra piattaforma – conclude Grasselli – è complessa e molto articolata. Ma l'obiettivo è semplice: rafforzare il potere d'acquisto delle famiglie dei lavoratori metalmeccanici e difendere la qualità del loro lavoro. Tutto ciò si può e si deve fare senza che necessariamente ne risenta la competitività delle imprese». Il resoconto video della giornata di sciopero 11 gennaio 2008

 

 

TORNA SU