NEWS

Decreto Flussi. Sabato 15 dicembre il primo invio delle domande

L'Inca, patronato della Cgil del Trentino, in due settimane ha raccolto ben 850 domande. Parte il conto alla rovescia. Alle 8 del mattino basterà un clic del mouse per inviare le prime richieste.

Decreto Flussi. Sabato 15 dicembre il primo invio delle domandeÈ iniziato il conto alla rovescia per l'invio delle prime domande di nulla osta al lavoro di cittadini extracomunitari, in base a quanto stabilito dal decreto flussi emanato dal governo lo scorso 30 novembre. Domattina, sabato 15 dicembre, alle ore 8 potranno essere trasmesse, a prescindere dalla tipologia di impiego, le istanze relative ai lavoratori delle nazioni che hanno sottoscritto accordi di cooperazione in materia migratoria con il nostro Paese. Si tratta di Sri Lanka, Albania, Bangladesh, Pakistan, Egitto, Filippine, Ghana, Moldavia, Algeria, Nigeria, Senegal, Somalia, Tunisia e Marocco. Per la prima volta, quest'anno, la spedizione avverrà via internet. Basterà quindi un semplice clic del mouse. Le domande di assunzione di cittadini extracomunitari, sia quelle raccolte dai patronati, sia quelle predisposte individualmente da cittadini e imprese, dovranno essere inviate per via telematica seguendo le procedure stabilite dal sistema informatico messo a disposizione dal Ministero dell'Interno. Intanto l'Inca, il patronato della Cgil del Trentino, comunica di aver raccolto gratuitamente ben 850 domande di nulla osta in queste prime due settimane dall'emanazione del decreto flussi, in sette diverse sedi distribuite su tutto il territorio provinciale. Domattina quindi anche dagli uffici del patronato partiranno via internet le prime domande. «Ma la raccolta delle istanze – spiega il direttore dell'Inca Cgil, Enzo Tomasi – non finisce qui. Si potrà continuare anche nei prossimi giorni. Il 18 dicembre saranno inviate infatti le domande di colf e badanti di nazionalità diverse da quelle che hanno stipulato accordi con l'Italia. L'ultimo invio invece è previsto dal decreto flussi per il 21 dicembre, quando potranno essere trasmesse le domande relative a tutti i restanti lavori, indipendentemente dalla nazionalità d'origine». Domani quindi sarà la prova del nove per il nuovo sistema informatico predisposto dal governo per la gestione dei flussi migratori. Si ricorda infine che quest'anno la Provincia ha fissato in 1.151 le domande di nulla osta al lavoro di cittadini extracomunitari a disposizione di imprese e famiglie del Trentino. 14 dicembre 2007

 

 

TORNA SU