NEWS

Scuola. Primo vertice tra Dellai e i sindacati.

Incontro tra le organizzazioni sindacali della scuola e il neo assessore all'istruzione. La Cgil chiede l'abolizione dal protocollo d'intesa sulla riforma Moratti. Attivati tavoli di lavoro su servizi all'infanzia, formazione professionale e scuola.

Scuola. Primo vertice tra Dellai e i sindacati. Si è tenuto stamane il primo faccia a faccia tra il presidente Dellai, nella veste di neo assessore all'istruzione, e i sindacati della scuola. L'incontro era stato sollecitata nelle scorse settimane dalla Flc Cgil, dalla Cisl Scuola e dalla Uil Scuola per affrontare i nodi ancora irrisolti nel settore. In particolar modo, i sindacati in un documento unitario avevano chiesto al presidente Dellai di cancellare la sperimentazione dell'anticipo di iscrizione alla scuola dell'infanzia, anche in considerazione del potenziamento del servizio di asilo nido sancito da una legge recentemente approvata dal Consiglio provinciale. «Su questo tema – spiega Gloria Bertoldi, segretaria provinciale della Flc Cgil – il presidente ha preso atto della nostra richiesta ma non ha fatto promesse. A Dellai abbiamo però ribadito le nostre perplessità: l'anticipo resta un provvedimento limitante dal punto di vista educativo». Piena disponibilità è stata poi manifestata dal presidente Dellai rispetto all'apertura di un confronto sull'armonizzazione dell'orario di lavoro del personale della formazione professionale ma anche sul potenziamento degli organici della scuola a carattere statale, oltre che sui carichi degli insegnanti di lingua straniera. «Verranno formalizzati – continua Bertoldi – tre tavoli di lavoro su infanzia, formazione professionale e scuola a carattere statale. Nei prossimi giorni verranno calendarizzati gli incontri. Si tratta quindi di un passaggio positivo. Grazie all'apertura di questo canale di dialogo puntiamo infatti a risolvere le varie questioni entro breve tempo». Sul tappeto resta aperta la questione del protocollo d'intesa tra Provincia e Ministero dell'Istruzione che nel 2002 aveva permesso l'avvio in Trentino della sperimentazione dei licei tecnologici, economici ed artistici, soppressi recentemente dal ministro Fioroni, e che creano difficoltà sia per la definizione dei titoli di studio, sia per la tipologia degli esami di Stato da sostenere. «Una nota di chiarezza – dichiara Bertoldi - è venuta dal presidente Dellai per il quale il protocollo è vecchio e bisogna guardare avanti tenendo a riferimento la legge di riforma firmata Salvaterra». Inoltre, tra le altre cose, il presidente ha accolto la proposta di integrare l'articolo della legge 5 che norma i consigli di classe, per reintrodurre i consigli di interclasse nella scuola primaria. 5 dicembre 2007

 

 

TORNA SU