NEWS

Elezioni per il rinnovo delle rsu.

Calo dei votanti in sanità. Bene Stato e parastato.

Elezioni per il rinnovo delle rsu. Nei comparti delle funzioni centrali – Ministeri, Parastato e Agenzie Fiscali/Monopoli, pur in presenza di dati parziali, si registra una ottima affluenza alle urne da parte del personale chiamato al rinnovo delle Rappresentanze Sindacali Unitarie che, ricordiamo, resteranno in carica per i prossimi 3 anni. La Fp Cgil conferma di essere il sindacato maggiormente rappresentativo in molti posti di lavoro e complessivamente segna un tendenziale aumento della rappresentatività nei comparti. Si profila, in base ai dati parziali pervenuti, la possibilità che nel comparto Ministeri e nelle Agenzie/Monopoli la Fp_Cgil mantenga la posizione di sindacato maggiormente rappresentativo. Nel parastato è necessario attendere i dati finali ma si può già affermare la consistente crescita in atto. Inaccettabile il tentativo da parte di alcune OOSS di annullare le elezioni presso l’ufficio delle Entrate di Trento, asserendo irregolarità nella lista del sindacato di base. Il tutto a dispetto di una inequivocabile espressione di voto esercitata da parte del personale che ha premiato la Fp Cgil. Nel comparto della sanità pubblica il dato più rilevante è la flessione nella partecipazione al voto, dato che mette a nudo il problema del mancato funzionamento della RSU nel triennio appena terminato. Tutte le Organizzazioni Sindacali - eccetto il sindacato autonomo, che ha pescato nel malessere del personale amministrativo fomentato strumentalmente da “ignoti” - perdono consensi, mantenendo di fatto una situazione nella attribuzione dei seggi quasi identica alla scorsa tornata. La Fp_Cgil conferma i 10 seggi ottenuti nelle scorse elezioni, come anche sono confermati i seggi del sindacato professionale degli infermieri. Uno in più la cisl la uil e la fenalt. La Funzione Pubblica CGIL, ribadendo la volontà di assicurare la piena titolarità della RSU nella contrattazione decentrata, si attiverà affinché le relative risorse economiche a disposizione, siano distribuite equamente sulla base delle corrette applicazioni delle norme contrattuali. 22 novembre 2007

 

 

TORNA SU